news

TUTTE LE NEWS DEL NOSTRO SETTORE

Smartphone ASUS ZenFone Max Pro M2: la batteria dura due giorni
Post by: Infotech
23/01/2019 14:45

In un mercato smartphone ormai saturo, per i produttori Android è sempre più difficile trovare elementi distintivi per dispositivi che spesso condividono la stessa piattaforma tecnologica. Per differenziare il suo ZenFone Max Pro M2, versione rinnovata del fortunato modello M1, ASUS ha scelto di puntare sulla durata della batteria e su Android stock, cioè una versione del sistema operativo di Google con interfaccia nativa, non personalizzata dal produttore. Il tentativo è quello di intercettare le necessità e le preferenze di un pubblico attento al prezzo, ma comunque esigente in termini di prestazioni e dotazione tecnologica.

Le caratteristiche
ZenFone Max Pro M2 implementa un processore Qualcomm Snapdragon 660, più veloce del 10% rispetto a quello del modello M1, accompagnato da 6GB di RAM. Le prestazioni sono in linea con gli altri dispositivi Android di fascia media: su Max Pro M2 i giochi ad alte performance e i video in alta qualità girano fluidi e senza rallentamenti. Lo spazio di archiviazione è di 64GB, ma si può ampliare fino a 2TB tramite microSD. A questo proposito va segnalata un’altra interessante particolarità del nuovo smartphone di ASUS: la possibilità di utilizzare la scheda micro SD anche in presenza di due schede SIM nello slot (sulla maggior parte dei dispositivi la seconda scheda SIM e la micro SD sono mutualmente esclusive).

La batteria
Mentre le prestazioni dei dispositivi sono cresciute esponenzialmente negli ultimi anni, nella percezione degli utenti la durata della batteria rimane mediamente un punto debole anche dei dispositivi più avanzati. L’evoluzione delle tecnologie di produzione delle batterie deve necessariamente fare i conti con i limiti fisici delle soluzioni basate sugli ioni di litio. L’unico modo per migliorare davvero la durata delle unità di alimentazione degli smartphone è così ancora una soltanto: aumentare il volume e il numero delle celle dell’unità di carica.

È esattamente quello che ASUS ha fatto con il Max Pro M2, dotando il nuovo smartphone di una batteria da ben 5000mAh. Il dato si traduce in un’autonomia di cinque giorni in stand-by 4G, 45 ore di conversazione in 3G. Si possono anche riprodurre 19 ore di video su YouTube oppure è possibile navigare sul web in Wi-Fi per 23 ore. Sono numeri a cui dispositivi concorrenti e di pari fascia possono arrivare solo con soluzioni aggiuntive come le cover con batteria.

Design, Fotocamera, Software
Nonostante la presenza di una batteria così grande, lo ZenFone Max Pro M2 non è un telefono ingombrante. Le linee della scocca sono affusolate e, nonostante le grandi dimensioni dello schermo (un FHD+ da 6,3” dalla ottima resa cromatica), il dispositivo è maneggevole e leggero. L’unico neo del dispositivo rimane, a nostro avviso, la presenza di una porta micro-USB al posto della USB-C. Se è vero che l’acquirente medio che viene dall’universo Android in questo modo non sarà costretto a cambiare tutta la sua dotazione di cavi, è altresì vero che l’assenza della USB di ultima generazione esclude opzioni utili come la ricarica veloce e ancora il dispositivo a uno standard che sarà presto del tutto obsoleto.

Il comparto fotografico si allinea come caratteristiche e qualità all’offerta di fascia media della concorrenza. Gli obiettivi sono due: a quello principale da 12MP e apertura di f/1.8 se ne affianca un secondo da 5MP che serve per abilitare la modalità ritratto. Possono scattare foto con riconoscimento della scena grazie alle funzionalità AI del processore e girare video UHD in 4K con stabilizzazione elettronica.

Da segnalare infine un’altra caratteristica distintiva, cioè la presenza dello Smart Amplifier NXP e di un altoparlante a cinque magneti che contribuiscono ad un suono più chiaro e senza distorsioni anche quando si ascolta la musica o si guarda un video senza usare le cuffie.

Prodotto di transizione
Per ASUS lo ZenFone Max Pro M2 è un prodotto di transizione in attesa dell’aggiornamento della linea Z (di fascia più alta) atteso nei prossimi mesi. Arriva in un momento importante per il gruppo, con un rinnovamento della dirigenza ai vertici e una revisione degli obiettivi strategici. Un cambiamento che riguarda anche l’Europa, dove il team di top management della divisione smartphone è composto interamente da italiani, una rarità assoluta per un colosso tech orientale. Nella regione EMEA ASUS ha avviato negli ultimi due anni una revisione radicale del business, in particolare per svincolare la divisione mobile dai processi e dalle dinamiche commerciali ereditate del settore dei PC portatili, in cui il marchio è storicamente più forte.

“Il mercato degli smartphone è ormai saturo, è vero, ma crediamo che ci siano ancora i margini per generare valore e per riallineare la percezione del brand ASUS nell’ambito smartphone ai valori apprezzati dai nostri utenti PC appassionati di tecnologia”, spiega Fabio Capocchi, General Manager di ASUS EMEA. “In particolare vogliamo portare sul mercato i prodotti giusti, cioè quelli che possano rappresentare al meglio il DNA di innovazione di ASUS”.

Disponibilità e prezzo
ASUS ZenFone Max Pro M2 è disponibile da oggi in Italia con il prezzo suggerito di 299€. Lo si può comprare online sull’ASUS e-shop, presso gli ASUS Gold Store oppure nei negozi Unieuro. Le colorazioni sono due: Midnight Blue e Cosmic Titanium (un grigio argentato).

Assieme al Max Pro M2 ASUS ha lanciato anche un modello di fascia più bassa, lo ZenFone Max M2. Il processore in questo caso è uno Snapdragon 632, con 4GB di RAM e 32GB di spazio di archiviazione. Lo schermo rimane da 6,3”, mentre la batteria da 4000mAh è un po’ più piccola rispetto al modello PRO. Costa 199,99€.


 
 
 Possiamo aiutarti?